An archive for disorientation
Perché un archivio del dis-orientamento?
La società moderna vive oggi nella contraddizione tra sovrapproduzione e perdita. La produzione materiale, e soprattutto quella immateriale di informazioni, ha raggiunto livelli tali da mettere in crisi qualsiasi tentativo di classificazione e archiviazione alla portata dell'uomo. Allo stesso tempo questa nuova complessità della realtà e l’immensa quantità di stimoli a cui siamo sottoposti richiede un costante processo di selezione ed eliminazione delle informazioni. Questo processo, da cui si genera uno specifico modello di orientamento, oggi più che mai è influenzato da componenti inconsce, circostanziali e accidentali. Da qui l'importanza di ciò che in un primo momento è rimosso, scartato o semplicemente non considerato e la necessità di ricomporre questi frammenti perduti.

Why an archive of dis-orientation?
Modern society now lives in the contradiction between overproduction and loss.
Material production, and especially the intangible and immaterial one, has reached a degree that undermines any attempt of categorization and storage. At the same time this new complexity and the huge amount of informations to which we are exposed, requires a constant process of selection.
This process, which generates a specific orientation model, now more than ever is influenced by unconscious, circumstantial and accidental components. Therefore the importance of what at first is removed, discarded or simply not considered in order to reassemble these lost fragments.
Alfred Barr’s Evolution of Abstract Art diagram, 1936
  1. Alfred Barr’s Evolution of Abstract Art diagram, 1936

  1. 4 notesTimestamp: Friday 2013/02/22 16:03:32radical cartographynew orientationsinfographicaestheticsvisual culturehal foster
  1. abeiki reblogged this from disorientation-archive
  2. disorientation-archive posted this